FANDOM


DescrizioneModifica

Calimport.jpg

Calimport è la più grande e vasta città in tutti gli Imperi delle Sabbie e non permette a nessuno per il momento di dimenticarlo. Più grande di Athkatla, vasta e ricca come Waterdeep, Calimport ha una popolazione di oltre 2,000,000 abitanti umani e non umani di qualsiasi razza conosciuta. Inclusa in questo miscuglio di razze vi è anche la più grande comunità di halfling del Calimshan. Calimport è situata alla foce del fiume Calim, e anche alla fine della grande Strada del Commercio che conduce a Waterdeep. Calimport è un importante porto (potente come ci si può aspettare dal nome) e centro commerciale, dove si raduna bestiame dalle pianure centrali e pesce dal Mare Scintillante per esportarli come merci dall'interno della città e commerciarli con grano, cibo e altre necessità, ed oggetti esotici e d'intrattenimento provenienti da tutti i reami. Calimport ha un appetito quasi insaziabile per l'inusuale, l'esotico e il bizzarro. Il quartiere del mercato di Calimport è un posto trafficato e caotico, con piccoli negozi inseriti all'interno di ogni vicolo nascosto, venditori ambulanti che urlano da finestrelle e mercanti che vendono dai loro carretti agli angoli delle strade. Ogni cosa, dai gioielli all'ultima moda alla bigiotteria senza valore, dagli oggetti magici minori agli oggetti di alta qualità per specialisti sono disponibili. Molti venditori dall'occhio esperto sono interessati all'acquisto di oggetti, e nessun prezzo è mai bloccato; la contrattazione è una tradizione rispettata a Calimport, e molti mercanti affermati sono abili in quest'arte. Calimport possiede anche un largo giro di affari con i manufatti, creando qualsiasi cosa, dalle armature ai carri da traino, dalle pentole agli abiti lussuosi fino agli oggetti magici. A Calimport quasi ogni oggetto immaginabile è prodotto da qualcuno. Calimport è anche la casa di alcuni dei più grandi saggi e ricercatori di tutti i Reami Dimenticati. Nonostante non vi sia un singolo uomo che abbia le conoscenze e le risorse del famoso Elminster di Shadowdale, ci sono diversi uomini di cultura che si posizionano appena una tacca al di sotto di lui. E presi tutti assieme, il totale della conoscenza a Calimport è grande. Ci sono due delle più grandi biblioteche, informazioni su qualsiasi argomento, alcune di queste perse nelle ere e racchiuse in vari libri e tomi. Alcune di queste informazioni sono ancora smarrite, perchè le biblioteche sono così vaste che molti dei libri non sono mai stati letti (o aperti) per secoli. Tuttavia, avendo il tempo e il permesso dei proprietari, quasi qualsiasi cosa può essere trovata con una ricerca diligente. Sfortunatamente, il permesso è difficile da ottenere. I proprietari dei vari tomi vedono gli altri come dei rivali, non come dei custodi collaboratori della medesima branca di conoscenza, e rendono ogni ricerca estremamente complicata.


GovernoModifica

Il Visir del Calimshan è Punjor Djenispool, il più vecchio figlio di Pasha Rashid Djenispool. Il pasha considera un buon allenamento per il figlio essere il visir del Calimshan, e anche gli altri visir sono d'accordo. Punjor non è sempre in accordo col padre, e sta imparando tutto ciò che può il più velocemente possibile, consultando i consiglieri del padre e sviluppando un ristretto cerchio di suoi fidati consulenti. Ci sono grandi aspettative tra le genti del Calimshan mentre pochi compiangono il regno Rashid, e questo è così ampiamente creduto che Punjor portebbe diventare uno dei più grandi sovrani che il Calimshan abbia mai visto.


GiustiziaModifica

La città deve il suo sistema giuridico alla chiesa di Tyr e dei suoi giudici. Ci sono due livelli nel sistema giuridico: visir, la cui giurisdizione copre l'intero reparto, e la Magistratura, che lavora all'interno del sabbans. L'influenza di Tyr è evidente, data la presenza di almeno un accolito del Dio giusto in ogni tribunale.


CultiModifica

Calimport è anche un grande centro religioso. Molti dei capi delle più importanti religioni abitano in città e vi sono anche alcuni dei più spettacolari templi di tutti i Reami dimenticati. Tipica è la Piazza della Verità Divina , un vasto tempio riccamente decorato dedicato alla fede in Bhaelros (Talos). La costruzione è costituita da spesse mura di pietra, con corpi di guardia agli angoli e ai cancelli della struttura, così come lungo il perimetro al di fuori delle mura. L'esterno e l'interno della Piazza sono all'aria aperta (non c'è il tetto) e sono aperte a tutti. Le guardie del cancello interno fermano i visitatori armati pesantemente o sospetti, anche se le armi non sono specificatamente proibite all'interno delle Piazze. Un'altro gruppo di guardie controlla la gente nel Cancello Intermedio. Spade e altre armi grandi vengono confiscate, anche se pugnali e altre piccole armi siano frequentemente lasciate passare. I turisti e i non residenti solitamente non passano il Cancello Intermedio senza fare una donazione a una delle guardie e l'entrata alla Piazza Centrale è dedicata alla preghiera, alla meditazione e alle piccole cerimonie. I sacrari ai due lati sono riservati ad eventi, gruppi di preghiera che si svolgono per cause specifiche, spesso a funerali, matrimoni, in special modo alla casta dei fedeli di Bhaelros. I chierici che dirigono questi servizi entrano dal retro, per ridurre al minimo il contatto con i fedeli. Un grande muro appena all'interno del Cancello Interno garantisce che i visitatori non vedano il grande Idolo di Bhaelros alla fine della Piazza della Scelta. Il muro rende il cancello più facile da difendere, perchè gli attaccanti vengono schiacciati in due spazi angusti. I più sacri servizi compiuti in onore di Bhaelros sono svolti qui. Solo i chierici di questa religione, fedeli che hanno dedicato anni di devozione, e i più grandi benefattori della chiesa si trovano in questa Piazza. Le guardie (che sono tutte chierici o chierici/guerrieri) hanno le loro abitazioni e sgabuzzini che guardano l'Idolo di Bhaelros, tenendo per se questo lato spettacolare della Piazza. La statua dedicata a Bhaelros è alta dieci metri, coperta in oro battuto e intarsiata con enormi e preziose gemme. L'intero tempio e in particolare la Piazza della Scelta e ricoperta dei migliori dipinti, arazzi, sculture e altre opere d'arte immaginabili. I seguaci di Bhaelros credono che il suo spirito risieda nell'idolo, così dimostrano nei confronti di questo oggetto tutto il rispetto possibile. Si crede anche che se il tempio venga profanato in qualsiasi modo, Bhaelros (accompagnato da un grande dragone che tiene incatenato a se) emergerebbe dalla statua cercando la propria vendetta.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale