FANDOM


http://img258.imageshack.us/img258/3097/tymmornwiki2.jpg
Tymmorn Mantricker
Alias Tym - Smilzo
Luogo di Nascita Evermeet
Sesso Maschio
Razza Elfo
Età 26
Allineamento Neutrale Malvagio
Divinità Mask
Linguaggi Conosciuti Comune - Elfico - Linguaggio dei Ladri



Descrizione Modifica

Tymmorn Mantricker è un elfo della luna, alto all’incirca 1,68 m e ha capelli e occhi neri. E’ di corporatura molto esile anche se gli ultimi anni passati come avventuriero hanno rafforzato i suoi muscoli e irrobustito il suo corpo. La sua carnagione è molto pallida, come per la maggior parte degli elfi della sua razza.

Caratterialmente non si può dire che Tymmorn sia il classico esempio di eroe. E’ indolente e svogliato, raramente si dimostra interessato verso qualcosa o qualcuno, non ha princìpi né si è mai prefissato alcuno scopo nella vita.

E’ molto giovane, soprattutto per i canoni elfici, 26 anni, anche per questo si dimostra spesso superficiale e irriverente. Tuttavia non è uno stolto, sa come relazionarsi con le altre persone, tende a studiare chi si trova di fronte. Sa mostrarsi molto educato, così come gli è stato insegnato in gioventù, o estremamente rozzo e volgare, comportamento imparato durante i suoi viaggi dopo essere scappato di casa.

Non ama parlare di se né del suo passato, benché fin’ora non gli sia mai capitato di doverne parlare, non lascia trasparire i propri pensieri o i suoi sentimenti. E’ molto riflessivo e soppesa a lungo le parole prima di parlare.

In realtà è molto vendicativo, userebbe qualsiasi espediente pur di ottenere ciò che vuole, e odia chiunque si frapponga al suo successo, indipendetmente dalla razza dal credo o dagli scopi di questo.

Per Tymmorn qualunque cosa può essere funzionale all’ ottenimento di ciò che desidera anche i rapporti con le altre persone.

In una parola è un opportunista.



Storia Modifica

Tym ha passato gli anni della sua infanzia a Evermeet, sesto di sette fratelli, in una ricca e nobile famiglia. La vita tranquilla non era fatta per il giovane elfo così, una volta compiuto il 21° anno di età decise di fuggire. Nessun prezzo sarebbe stato troppo alto da pagare per lui, purché egli riuscisse ad ottenere ciò che desiderava ovvero la libertà.

L’elfo vagabondò per diversi anni lungo tutta la costa della spada dandosi alla macchia e compiendo piccoli furti non legandosi a nessun luogo in particolare né a nessuna persona fino a quando non giunse a Baldur's Gate all’ età di 25 anni.

Fino a quel momento era sempre stato in grado di cavarsela con le propie forze ma non era diventato nient’altro che un comune ladruncolo; ora che si trovava nella grande città dell’ovest avrebbe saputo sfruttare ogni buona opportunità che gli si sarebbe presentata e sarebbe diventato dapprima un cittadino rispettabile, in seguito avrebbe ottenuto tutto ciò che desiderava tramando nell’ombra, muovendosi non visto e eliminando con ogni mezzo chiunque si fosse trovato sulla sua strada. D’altra parte la propietà non spettava a chi era in grado di ghermirla? A tempo debito egli sarebbe stato in grado di ottenere qualunque cosa desiderasse.

La prima parte del piano consisteva nel diventare un cittadino rispettato di Baldur's Gate, qualcuno di cui la popolazione, ma soprattutto l’autorità, si potesse fidare. Tymmorn si mostrò a tutti come una persona corretta e disposta ad aiutare chiunque si trovasse in difficoltà, si unì a molte spedizioni al di fuori delle mura cittadine. Questo genere di attività sancì l’inizio della sua carriera da avventuriero. Il denaro iniziò a fluire nelle casse dell’elfo il quale diede prova di se come abile avventuriero sia con lo stocco che per altre capacità piuttosto illecite.

Lentamente il piano che aveva architettato stava prendendo forma. Ogni sforzo di Tymmorn era teso ad acquisire maggior rispetto. Partecipò anche a una spedizione per sedare una rivolta nelle carceri di Neverwinter e in quell’occasione riuscì a forzare la serratura della massiccia porta della stanza dove erano tenuti in ostaggio le guardie della prigione e un nobile della città del Nord.

Tymmorn si unì a una compagnia di ventura che ebbe un ruolo fondamentale nel risolvere la crisi dell’epidemia che afflisse Baldur's Gate e per questo venne nominato eroe della città insieme ai suoi compagni.

L’ultima grande impresa dell’elfo fu l’assalto della città volante di Shade al seguito dei Tritoni Ardenti della piratessa Delia Vencell, e fu uno dei pochi a poter osservare coi propri occhi il duello contro il potente Hadrhune e a scappare alla distruzione che ne seguì con le propie gambe.

Tymmorn ha acquisito una certa notorietà ormai, anche se il suo atteggiamento lo porta a non esporsi mai troppo. L’elfo infatti conosce il vantaggio del sapersi muovere non visto, nell’indifferenza delle persone e non ama mettersi in mostra, preferendo lasciare ad altri la gloria delle imprese riuscite.

Ciò che gli interessa veramente è avere la possibilità di muoversi liberamente senza destare sospetti, così da ottenere quello che vuole.

E qualcosa che Tymmorn vuole esiste. Il destino ha posto sulla strada dell’elfo un antica reliquia: una spada consacrata al dio che egli venera. L’ha avuta per le mani per un istante ma poi gli è stata sottratta con l’inganno.

Tymmorn è disposto a tutto pur di mettere le mani su ciò che egli considera suo di diritto.

Gesta Modifica

  • Nelle cripte di Baldur's Gate ha aiutato una paladina di Helm a placare lo spirito irrequieto di una donna morta violentemente.
  • Insieme ad altri avventurieri ha sedato la rivolta nelle carceri di Neverwinter.
  • Ha partecipato al ritrovamento della cura per l'epidemia di Baldur's Gate e in quell'occasione ha visitato il Sottosuolo.
  • Era nel gruppo che ha preso d'assalto la città volante di Shade.



Non tutti sanno cheModifica

  • Ha ottenuto il favore dei Baelnorn svolgendo una missione per conto di uno di essi.
  • Fa parte di una gilda di cacciatori di taglie.
  • E' stato costretto a compiere una missione per conto dello spirito di Ulcaster a causa di una maledizione.



Curiosità Modifica

  • Indossa sempre un berretto e ne ha un intera collezione di molti colori diversi, è molto geloso dei sui cappelli e li considera dei veri e propri amuleti contro la sfortuna.
  • Adora bere, la sua bevanda preferita è il vino del Cormyr, non regge per niente l'alcool e si ubriaca molto facilmente.
  • Il suo colore preferito è il verde scuro.
  • Fatica a comprendere gli umani e il loro modo di lasciarsi trasportare dalle passioni.
  • Esistono poche cose che Tym odii più dei nonmorti.
  • Mantricker non è il vero nome della sua famiglia ma uno pseudonimo che si è dato da quando è giunto al Gate.



Dicono di Lui... Modifica

Racconti dal Forum Gdr Modifica



Contatti Modifica

In costruzione

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale