FANDOM


Zarbax è un Illithid megalomane, folle e dotato di poteri magici strabilianti, che ha per contro un ego smisurato.

Avanti, attori, continuate. Continuate, nella certezza che io sono soddisfatto del vostro operato. E quando serrerò il pugno, non avrete più nessuna possibilità di rialzarvi. - Zarbax


http://img17.imageshack.us/img17/4153/zarbaxxwu2.jpg
Zarbax
Alias L'Arcimago, Leonard
Luogo di Nascita Oryndoll
Sesso Nessuno
Razza Illithid
Età 39
Allineamento Neutrale Malvagio
Divinità Shar, Ilsensine

Descrizione Modifica

Zarbax è un Illithid, e questo è il suo massimo orgoglio. Considera tutte le razze, perfino i suoi simili ed il Cervello Anziano, indegne di lui, dato il livello di potere e conoscienze acquisito. Si ritiene parte di un elité i cui limiti non sono misurabili. Zarbax è astuto, freddo, malvagio, di intelligenza sopraffina, dotato di una decadente eleganza malevola, senza macchia.

Zarbax ha un ego smisurato, accompagnato da una costante follia evidenziata dalla sua diversità da qualunque cosa sia vissuta fino ad ora. Odia ed ama insieme suoi nemici, trova noiosi gli alleati ed è alla continua ricerca di qualunque cosa possa sorprenderlo e aiutarlo a combattere la noia o anche solo di divertirlo. Nell'uso smodato dei suoi poteri è corrotto più di quanto vorrebbe ammettere.

Zarbax è null'altro che il male incarnato, di un ceppo più antico del pensiero. Agisce per suo capriccio e per scopi che nessuno conosce appieno, senza disdegnare alcuna azione per raggiungere i suoi fini ultimi.

Zarbax è alto 183 cm, ha la pelle purpurea, la testa, come tutti i Mind flayer, è tentacolata. Gli occhi, privi di pupille, sono bianchi. La corporatura è esile e la sua figura, alta e magra, è dritta. Veste con abiti eleganti, e porta sempre un medaglione. Nella sua illusione preferita può essere trovato Leonard, un bellissimo Elfo del Sole dalla carnagione bronzea e dai modi suadenti. Si dimostra quasi sempre giocoso e cortese, interpretando perfino false amicizie e amori, memorie, una brezza appena percettibile, di un'antica vita ormai distrutta.

Storia Modifica

Zarbax, un Mind flayer proveniente da Oryndoll, è la prole di Kinz'kl, un grande ambasciatore che serviva una potente casata Drow di Ust Natha. Kinz'kl era un Illithid molto influente e durante la sua permanenza nella città Drow vide il suo potere e prestigio aumentare vertiginosamente. Tuttavia, quando la casata che serviva venne annientata lo stesso Kinz'kl scomparve improvvisamente. Zarbax, che aveva sempre usato il genitore come fonte di ricchezza e potere, si ritrovò improvvisamente debole e senza guida. Come tutti gli Illithid di Oryndoll, servì il Cervello Anziano della grande città e affinò i suoi poteri. Decise di seguire le orme del padre e di diventare Ambasciatore Illithid, oltre che mercante. Infatti, spesso, si diresse in superficie per commerciare le grandi ricchezze del Sottosuolo con loschi figuri della superficie. Durante uno dei suoi viaggi verso la superficie sognò Ilsensine, il Dio Tentacolato, che gli ordinò di recarsi a Sinthoril, la comunità Illithid vicino ad una città Drow chiamata Lith My'athar, e di prestare lì servizio, e, se se ne presentasse l'opportunità, allearsi presso una casata Drow. I suoi reali scopi sono sconosciuti: ciò che è certo è che desidera diventare una figura chiave nella società Illithid.

Lungo tempo è passato da quando il giovane Illithid Zarbax si recò nella colonia di Sinthoril, con l'intento di acquisire potere e agio. I suoi piani, tuttavia, deviarono quando l'Antico Cervello gli commissionò una missione di vitale importanza: avvisare gli abitanti di superficie della minaccia rappresentata da un'immane esercito di Non-Morti che minacciava l'esistenza stessa dell'impero planare dei Mind Flayer, oltre che quella di Toril. Zarbax completò la sua missione, che consisteva nell'indebolire entrambi i nemici, la superficie ed i Non-Morti. Tuttavia, la sua percezione venne deviata: già abbastanza inquietante per gli Illithid praticare l'Arte, ma ancor di più lo è praticare la necromanzia. Zarbax si interessò a quest'ultima, concependo forse l'errata idea che un male si distrugge con lo stesso male. Affinò assieme ai suoi poteri psionici l'Arte, concentrandosi anche sulla necromanzia, divenendo sempre più potente e temuto anche dai suoi consanguinei, sebbene lo rispettassero anche per lo status raggiunto. In breve, il Sottosuolo conobbe l'orrore provocato dall'Illithid Zarbax. Alcuni Cantori di Morte, fra i Drow, narrano di come quest'ultimo avesse trucidato un intero esercito di Duergar e umiliato la loro Signora; narrano anche della sua astuzia nel condurre oscuri giochi di potere che comprendevano anche più Piani e che circuivano ignare pedine perfino fra i più crudeli e sinistri personaggi di superficie e del Sottosuolo.

Zarbax detiene, ora, una conoscenza immensa, riuscendo a diventare uno dei pilastri della società dei Mind flayer, e stringendo alleanze con potentissimi Drow quali il misterioso Argentha (Feell Kylar) e la crudele S'faria Do'Minar, Somma Sacerdotessa della Regina Ragno oltre che Matrona di Lith My'athar, con gli inquietanti membri del Culto del Drago e con Vampiri dai poteri straordinari.

ZarbaxinLeonard.jpg

Leonard, l'alter ego di Zarbax, in un ritratto

Zarbax non ha residenza fissa, ma dimora spesso a Sigil e a Sinthoril, e viaggia costantemente per ordire piani e commerciare. La sua xenofobia è sempre più radicata, ed il suo ego è talmente smisurato, dato il livello di potere acquisito, che quasi nessuna cosa riesce più a stupirlo o spaventarlo. Adora creare illusioni e raggirare gli umanoidi, circondarsi di ricchezze, schiavi ed oggetti magici rari. Spesso alle creature della superficie appare, attraverso un'illusione, come un elfo bellissimo, con capelli ed occhi d'oro, vestito di vesti ricche, con una voce affascinante ed il tono cortese, di nome Leonard. Dà parvenza di essere sempre calmo ed impassibile, privo di emozioni, e preferisce evitare di uccidere gli elementi validi. Tuttavia, in battaglia è un nemico implacabile e di grande potere, che mescola i suoi incantesimi con i poteri psionici.

Dopo aver abbandonato il Sottosuolo per ordine di Matrona S'faria Do'Minar, cominciò a tessere trame con il suo fido schiavo/alleato Gabriel Drachmut, un pericoloso e potente assassino umano che aveva condotto nel Sottosuolo. Durante gli anni che visse in superficie, imparò a sopportare grazie a vestiario e stratagemmi magici la luce del sole e cominciò a riverire Shar, la Signora della Notte, con cui da sempre ha avuto rapporti grazie al fatto che è un manipolatore della Trama d'Ombra. Conobbe Alethra Zorastyl, una maestra maga che dapprima si presentò come capo di un organizzazione di mercanti, ed in seguito rivelò all'Illithid di essere la signora della corporazione indigena di Zhentarim, insediatasi nell'Ovest, a cui Zarbax, sempre sotto forma illusoria dell'Elfo Leonard, chiese di potersi unire assieme a Gabriel Drachmut. Grazie ai suoi poteri, scalò rapidamente la scala gerarchica, diventando uno dei personaggi principali fra gli Zhentarim delle Terre Centrali Occidentali. Tuttavia, durante una missione planare per sconfiggere un potentissimo Signore del Caos, perse il senno per aver acquisito troppa conoscenza leggendo uno dei libri della conoscenza, su cui le divinità hanno scritto le regole dell'universo. Dopo i primi momenti di sconforto e paura, Zarbax fece della sua follia un nuovo potere da sfruttare, convincendosi di essere una sorta di eletto fra tutti gli Illithid: la sua mente, quando non è protetta e confortata da una benda magica trovata nel dungeon del possente Gharlax, è preda di voci e numeri provenienti da altri luoghi, e non è raro vederlo conversare amabilmente con una roccia o con il suo bastone magico, con cui ha instaurato un solido rapporto di reciproco aiuto e sussidio. Tornato dal viaggio planare e con la benda sull'occhio destro, Zarbax/Leonard tornò al fianco degli Zhentarim... per aiutarli a creare un solito avamposto di potere che lui possa utilizzare per i più crudeli scopi degli Illithid e del Sottosuolo.

FamiglioModifica

Mym: Pixie Caotico Malvagio.

(Fu un pg di Bellifero) Zarbax possiede uno strano famiglio: Mym, un pixie che il mind flayer catturò molti anni addietro, costringendolo nel Sottosuolo ad una vita di malvagità. Lo condusse a Sinthoril, dove dopo anni di torture ideate dagli Illithid della colonia, divenne corrotto e malevolo, con un senso dell'umorismo simile a quello del suo padrone. Ereditò da Zarbax anche le sottigliezze della crudeltà, e non fu raro nel tempo avvenire che egli sorprendesse perfino il suo signore per le idee malsane, amorali e maligne che sottoponeva a Zarbax. Mym è un maestro nel raggiro e nelle illusioni, ed è una spia perfetta: non è raro che svolga commissioni per Zarbax senza che si abbia il minimo sentore della sua presenza. In battaglia non è molto utile, ma all'occorrenza è in grado, mentre ride soddisfatto, di strappare gli occhi delle vittime e mostrarle orgoglioso all'Illithid.

Curiosità Modifica

  • Porta sempre una benda scura sull'occhio destro.
  • Talvolta parla con il suo bastone o con l'aria, menzionando numeri sempre diversi.
  • Ama la filosofia e la sociologia, stando ad osservare i comportamenti e ascoltando le parole delle creature inferiori, probabilmente a causa della noia.
  • La storia e la conoscenza del passato è per lui, a differenza di tutti gli altri Illithid, fondamentale, e per questo la studia.
  • Il suo simbolo magico e runa personale è una Z storta, che ricorda sia una L che una Z, attorniata da quattro corde.
  • Fa parte della Corporazione Commerciale del Drago e la Moneta, che ha sede ad Ulgoth's Beard.
  • E' un membro fidato della corte di Alethra Zorastyl, duchessa di Baldur's Gate coniugata con il duca Belt.
  • E' il proprietario della Corte dei Corvi di Baldur's Gate, insieme a Naz'Jatar.

Gesta Modifica

  • Ha trucidato un intero esercito di Duergar.
  • Ha trasformato il drago bianco Rathras in un potentissimo Dracolich, insieme a Melvasul, Feell Kylar ed altri membri del Culto del Drago.
  • Ha seguito S'faria Do'Minar nella sua conquista di Lith My'athar.
  • Ha avuto un ruolo, seppur marginale, nella sconfitta di un Atropal.
  • Ha ucciso molti dei suoi simili e da loro è temuto e rispettato.
  • Ha saccheggiato in passato Porto Llast comandando un esercito di non-morti seguito da un potente vampiro.
  • Ha sconfitto insieme a S'faria Do'Minar il possente Principe Demoniaco Gharlax.
  • Ha incendiato una locanda radendola al suolo, a suo dire, perché: "Graziosa la faccia di quell'insistente cameriera".
  • Ha letto uno dei libri della conoscenza primordiale, in cui gli dei scrissero il creato.
  • Ha sconfitto Soak, una potentissima bestia del caos che aveva assorbito il potere del dio umano Cavaliere Rosso.
  • Ha trucidato l'intera Corte dei Corvi di Baldur's Gate, uccidendo il potente e noto malavitoso cittadino Malachia, diventando il nuovo proprietario della Corte dei Corvi.

Non tutti sanno cheModifica

  • E' stato un membro del Culto del Drago.
  • Ha tentato di resuscitare il dio morto Myrkul.
  • Ha viaggiato per quasi tutti i Piani, entrando perfino a Carceri e riuscendo a fuggire da quel terrificante piano dopo aver sconfitto uno dei prigionieri.
  • E' il Consigliere fidato di S'faria Do'Minar, Valsheress di Lith My'athar.
  • E' da sempre fedele a S'faria Do'Minar, per qualche oscuro proposito di potere.
  • E' uno dei più potenti incantatori della Rete Nera, o Zhentarim, di cui fa parte.
  • Ha avuto a che fare con Hadrhune.
  • E' un manipolatore della Trama d'Ombra.
  • Leggendo uno dei libri della conoscienza primordiale, è diventato pazzo.
  • Il suo vestiario lo protegge dai raggi solari con straordinaria efficacia.
  • Ha sparso l'epidemia di Baldur's Gate, che ha prodotto migliaia di morti.
  • Fa parte in gran segreto della Chiesa di Shar.
  • Come Shar ed Ilsensine gli hanno insegnato, non desidera altro che un vuoto cosmico assoluto su cui regnare incontrastato.

Dicono di Lui... Modifica

  • Il signor Leonard? è pazzo ne sono certo! non ho mai visto qualcuno cosi pazzo che parla da solo e da bastonate in testa facendo finta di nulla. E' l'elfo più strano del Toril ma anche molto potente. Blif Shortlegs
  • Leonard? Un elfo mago, la peggiore combinazione possibile su questo mondo, anche se alcuni dicono che sia un pozzo di scienza. Per me nel pozzo ci si dovrebbe buttare con una pietra al collo. E senz'acqua.... - Lorn Teannard
  • Tanto pericoloso quanto degno di rispetto. Questo è il trucco. Naz'Jatar
  • Lui è il genere di persone che odio di più. Subdolo, sfrontato e dannatamente capace. Se fosse dalla parte giusta, non avremmo conosciuto tanti problemi - Nathan Wallace
  • Che le Potenze tutte possano avere pietà di chiunque sia abbastanza stupido da metterselo contro, perchè lui non ne avrà di certo - Isabella de Leyva y Castillon
  • Leonard? Un elfo che ce la sa lunga carissimo! *annuisce* Contiene in se una dose di follia malamente contenuta tra quelle sue orecchie a punta, e tutto il fascino che un immensa conoscenza può avere sui mortali. Vorrei definirlo un amico, ma temo che sia un pericoloso, a volte utile, conoscente Delia Vencell
  • Ho visto le sue capacità e cosa è capace di fare. Sfidarlo e averlo contro? Perchè mai? Ci tengo alla mia vita. Ecater Crulam
  • Egli è come un Abisso, le cui profondità sussurrano antichi segreti... ma più a fondo guarderai nelle sue tenebre, più a fondo lui guarderà nelle tue... Aluac'Tarn
  • Sa contare fino a Uno. - Coco Largent
  • E' davvero difficile che rispetti l'abilità nel manipolare la Trama di un incantatore, sopratutto se non è figlio della mia stessa patria...L'elfo è uno dei pochi privilegiati. Ora, se non avete ulteriori motivi per disturbarmi, vi consiglio di andarvene prima che rispetti la nomea del mio popolo. Sparite e all'istante. - Zanterius Veritur

Frasi Celebri Modifica

L'obbedienza è un raro dono che devi ancora imparare, stupido verme, ed io te la insegnerò attraverso il dolore o la morte. Imparerai ad obbedirmi o da vivo, o da morto, la puzza è ugualmente insopportabile. Che cosa decidi, dunque?

I governi che predicano l'uguaglianza e la libertà mi divertono. Ti sei mai posto il problema di chi decide qual'è la soglia dell'uguaglianza e della libertà? E' manipolazione elementare, e se sugli umani funziona così facilmente, io ho già vinto!

Gli alleanti indeboliscono, i nemici rafforzano. Circondati di questi ultimi e superali in astuzia, poi distruggili e trovane di nuovi.

La differenza fra buoni e cattivi amministratori si può riassumere nella velocità delle loro decisioni. Un cattivo amministratore esita, cincischia, esige rapporti e commissioni. Vuole una documentazione per poterla esibire come giustificazione dei suoi errori. I buoni amministratori contano sugli ordini verbali diretti, e si circondano di individui capaci di agire saggiamente in base agli ordini verbali. I cattivi amministratori nascondono i loro errori fino a quando è troppo tardi per correggerli.

La realtà non scalfisce le intenzioni. Creiamo le intenzioni, ed avremo vinto.

Racconti dal Forum Gdr Modifica


Contatti Modifica

  • ICQ -
  • MSN –
  • PM –

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale